Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Pagamenti


Il Contributo Scolastico richiesto ogni anno alle famiglie

Il contributo annuale (contributo scolastico o contributo di laboratorio) è il contributo che la scuola richiede alle famiglie per garantire gli elevati standard dell'offerta formativa a tutti gli alunni della scuola.

Dal punto di vista formale il contributo è volontario ma è necessario alla scuola per continuare ad offrire ai propri alunni i servizi aggiuntivi, il funzionamento dei laboratori, l'offerta didattica complementare, come meglio specificato ai punti successivi.

  • Finalità e impiego del contributo
    • 1) Rimborso dei costi sostenuti dalla scuola per conto delle famiglie.
      • Assicurazione obbligatoria per gli alunni (copre, tra l'altro, la responsabilità civile, gli infortuni, le spese mediche, l'assistenza legale, ecc.).
      • Stampati e modulistica di segreteria utilizzati per l'alunno
      • Fotocopie didattiche per la classe (testo delle verifiche, esercizi, approfondimenti, ecc.)
      • Registro elettronico
      • Quota parte delle licenze d'uso per i software del sito web e dell'area di comunicazione riservata
      • Costo degli sms che la scuola invia alle famiglie per avvisare dell'assenza giornaliera o per comunicazioni urgenti
      • Quota parte costi per la sicurezza (aggiornamento piani di emergenza, documento valutazione dei rischi, segnaletica, ecc.)
    • 2) Spese generali di funzionamento didattico
      • Materiali di consumo per i laboratori
      • Acquisto di testi e abbonamento a riviste per i laboratori e le discipline
      • Licenze d'uso per i software utilizzati per la didattica; noleggio delle attrezzature didattiche, ecc.
    • 3) Spese di investimento
      • Miglioramento delle innovazioni tecnologiche e dei laboratori
      • Spese di manutenzione (miglioramento edilizia scolastica, per le parti relative alla piccola manutenzione, non coperte dall'Amministrazione proprietaria degli stabili)
    • 4) Attività progettuali
      • Acquisto materiali hardware e software e sussidi per alunni con disabilità

 

Tasse governative

Non dovute per i primi tre anni cioè rientranti nella fascia di obbligo scolastico, pertanto le tasse scolastiche sono dovute per il quarto e quinto anno degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado. Le tasse scolastiche erariali devono essere versate, precisando la causale, sul c.c.p. n. 1016 intestato all'Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara, utilizzando i bollettini disponibili presso gli uffici postali oppure attraverso bonifico bancario: Agenzia delle Entrate - Centro operativo di Pescara - Tasse scolastiche- IBAN: IT45 R 0760103200 000000001016.

 

In allegato sono riportati le circolari e note di riferimento per eventuali esoneri anni successivi.

  1. Esonero dal pagamento delle tasse scolastiche per l'anno scolastico 2018/2019 e 2019/2020. Nota del Dirigente scolastico.
  2. Decreto n. 370 del 19 aprile 2019
  3. Nota MIUR esonero dal pagamento delle tasse scolastiche